vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Ammissione alla Scuola

Requisiti di accesso

Modalità di ammissione

Prova di ammissione

Valutazione dei titoli

Commissione giudicatrice e graduatoria generale

Immatricolazione

Tasse e contributi

Borse di studio

Trasferimenti

 

Requisiti di accesso

Al concorso sono ammessi coloro i quali hanno conseguito il diploma di laurea in Giurisprudenza secondo il vecchio ordinamento e coloro che hanno conseguito la laurea specialistica (classe 22/S) o magistrale (LMG-01) in Giurisprudenza sulla base degli ordinamenti adottati in esecuzione del regolamento di cui al Decreto del Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 3 novembre 1999, n. 509 e successive modificazioni.

Può essere presentata domanda di ammissione con riserva ove il candidato non abbia ancora conseguito la laurea purché il titolo venga conseguito prima della prova di ammissione.

Possono essere altresì ammessi al concorso coloro che siano in possesso del titolo di studio conseguito presso Università straniere e ritenuto equiparabile alla laurea richiesta per l'accesso al la scuola stessa, limitatamente ai fini dell'iscrizione alla Scuola. I candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all'estero dovranno attenersi alle norme stabilite dal Bando di ammissione.

 

Modalità di ammissione

Il concorso di ammissione alla Scuola si articola:

a)      nell'espletamento di una prova di ammissione scritta;

b)      nella valutazione dei titoli presentati dai candidati.

Il punteggio massimo attribuibile dalla Commissione giudicatrice è di 60 punti, di cui 50 punti assegnati in seguito alla valutazione della prova scritta, e i restanti 10 punti assegnati in seguito alla valutazione dei titoli.

Il numero complessivo di laureati da ammettere è determinato annualmente con Decreto interministeriale ai sensi dell'art. 16 del D.lgs. n. 398/1997.

Per l'ammissione al concorso il candidato deve effettuare la registrazione e presentare domanda di ammissione esclusivamente attraverso l'apposita procedura on-line disponibile all'indirizzo https://studenti.unibo.it (prove di ammissione) entro la data indicata dal Bando di ammissione.

 

Prova di ammissione

L'esame consiste nella soluzione di 50 quesiti a risposta multipla, di contenuto identico sul territorio nazionale, su argomenti di diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto processuale civile e procedura penale. Il tempo massimo a disposizione dei candidati per l'espletamento della prova è di 90 minuti, a decorrere dal momento in cui la commissione autorizza l'apertura dei plichi contenenti i questionari. E' in ogni caso disposta l 'esclusione dalla prova del candidato che abbia aperto il plico contenente il questionario prima dell'autorizzazione della Commissione.

La data e l'orario della prova di ammissione sarà indicata nel Bando di ammissione e si svolgerà presso la sede della Scuola.

 

Valutazione dei titoli

La prova sarà integrata da una valutazione dei titoli ai quali vengono assegnati fino ad un massimo di 10 punti così ripartiti:

1. Laureati secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999:

a)      Valutazione del curriculum (massimo 5 punti)

  • laurea conseguita entro 5 anni accademici: 1 punto
  • laurea conseguita oltre 5 anni accademici: 0 punti

media curriculare:

  • 30/30: 4 punti;
  • 29/30: 3 punti;
  • 28/30: 2 punti;
  • 27/30: 1 punto.

b)     Valutazione del voto di laurea (massimo 5 punti):

  • voto di laurea 110/110 e lode: punti 5;
  • voto di laurea 110-109/110: punti 4;
  • voto di laurea 108-107I110: punti 3;
  • voto di laurea 106-105/110: punti 2;
  • voto di laurea 104 -102/110: punti 1.

2.  Laureati secondo l'ordinamento didattico adottato ai sensi del regolamento di cui al D.M.509/1999 e al DM 270/2004:

a)      Valutazione del curriculum (massimo 5 punti)

  • laurea conseguita entro 6 anni accademici: 1 punto
  • laurea conseguita oltre 6 anni accademici: 0 punti

media aritmetica curriculare (calcolata tenendo conto dei voti ottenuti nel corso del biennio per il conseguimento della laurea specialistica o magistrale):

  • 30/30: 4 punti;
  • 29/30: 3 punti;
  • 28/30: 2 punti;
  • 27/30: 1 punto.

b)      Valutazione del voto di laurea (ottenuto per il conseguimento  della laurea specialistica  o magistrale - massimo 5 punti):

  • voto di laurea 110/110 e lode: punti 5;
  • voto di laurea 110-109/110: punti 4;
  • voto di laurea 108-107I110: punti 3;
  • voto di laurea 106-105/110: punti 2;
  • voto di laurea 104 -102/110: punti 1.

 

Commissione giudicatrice e graduatoria generale

La Commissione giudicatrice del concorso, costituita con Decreto rettorale, è composta da due professori universitari di ruolo in materie giuridiche, da un magistrato ordinario, da un avvocato e da un notaio e presieduta dal componente avente maggiore anzianità di ruolo ovvero, a parità di anzianità di ruolo, dal più anziano di età. La Commissione provvede inoltre alla formulazione della graduatoria dei candidati.

Sono ammessi al corso i candidati idonei che, in base al numero di posti disponibili, si siano collocati in posizione utile nella graduatoria compilata sulla base del punteggio complessivo conseguito, dato dalla somma del punteggio ottenuto nella prova di ammissione e dal punteggio ottenuto nella valutazione dei titoli. In caso di ex-aequo, precede il candidato anagraficamente più giovane.

La graduatoria degli idonei sarà pubblicata nel sito https://studenti.unibo.it

 

Immatricolazioni

Tutte le informazioni relative alle procedure da seguire per effettuare l’immatricolazione sono riportate nel dettaglio nel Bando di ammissione a cui si fa rinvio.

Si rammenta che l'art. 142 T.U. 1592/33 vieta la contemporanea iscrizione a più corsi di studio universitari (ad es. Lauree, Master, Dottorati, ecc.). I candidati che al momento dell’immatricolazione risultino iscritti ad un corso di studi e non abbiano ancora conseguito il titolo, dovranno recarsi presso la Segreteria studenti del proprio corso di studio e chiedere la sospensione della propria carriera universitaria.

 

Tasse e contributi

Primo Anno

Per iscriversi alla Scuola è necessario corrispondere un contributo suddiviso in due rate. Per l’A.A. 2018/2019 le rate di iscrizione sono le seguenti:

Rata

Importo

Scadenza

I° rata

€ 910,00

8 novembre 2018 ore 16:30

II° rata

€ 1.447,64

29 marzo 2019

Lo specializzando può corrispondere anche in un’unica soluzione (monorata) l’intero importo della quota di iscrizione.

Secondo Anno

Gli studenti che si iscrivono agli anni successivi al primo devono corrispondere secondo specifiche scadenze gli importi riportati alla seguente pagina web:

https://www.unibo.it/it/didattica/scuole-di-specializzazione/informazioni-per-specializzandi/tasse-di-iscrizione-agli-anni-successivi-al-primo

 

Borse di studio

 

Borse di studio ER.GO

Gli iscritti al Corso possono concorrere, in base al DPCM 9/4/2001, all'assegnazione di Borse di Studio, ed essere eventualmente esonerati dalle tasse e contributi.

Per informazioni sui requisiti richiesti, modalità e tempi per la presentazione della domanda è necessario rivolgersi all'ER.GO (Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori) http://www.er-go.it/.

Gli specializzandi vincitori di Borsa di Studio assegnata da ER.GO sono comunque tenuti a versare l’importo della I rata di immatricolazione.


Borse di studio per la frequenza delle Scuole di Specializzazione ex L. 398/1989

L’Università di Bologna conferisce n. 1 borsa di studio di € 7.285,00 annuali per la frequenza alla Scuola di Specializzazione, ai sensi dell’art. 2 della Legge 398/89 sulla base delle graduatorie di merito formate in occasione degli esami di ammissione, a chi  rientra nelle condizioni di reddito e merito previste dalla normativa vigente. La borsa di studio, conferita con Decreto Rettorale a norma dell’art. 6 della legge 398/89, è attribuita per tutta la durata legale del corso ed è condizionata all’accertamento dei seguenti requisiti:

a)       iscrizione alla Scuola di Specializzazione;

b)      avvenuto integrale pagamento delle tasse e contributi studenteschi;

c)       reddito personale lordo non superiore a € 7.746,85. Il periodo di imposta da considerare è quello corrispondente all’anno solare di fruizione della borsa;

d)      non avere usufruito di altra borsa di studio allo stesso titolo né di fruire contemporaneamente di altra a qualsiasi titolo conferita, tranne quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili a integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di formazione o di ricerca dei borsisti.

e)       regolare frequenza delle ore di didattica annualmente previste nel piano di studi del Corso e al superamento degli esami.

Gli interessati devono presentare la dichiarazione di accettazione della borsa di studio e il rispetto dei requisiti richiesti.

Per la conferma della borsa di studio, per gli anni successivi al primo, fermo restando l’accertamento d’ufficio dei requisiti di cui al presente articolo, il titolare della borsa di studio dovrà presentare la dichiarazione di conferma dei requisiti della borsa di studio.

Ulteriori ed eventuali informazioni potranno essere richieste all’Ufficio Carriere Scuole di Specializzazione di Area non Medica e Formazione Insegnanti - Via Filippo Re n. 10, Bologna.

 

Trasferimenti

Trasferimenti da altro Ateneo (in entrata)

Il trasferimento da una Scuola di Specializzazione per le professioni legali di altro Ateneo è ammesso nei limiti dei posti vacanti e ove prevista della capacità ricettiva della Scuola.

Di norma, non è possibile trasferirsi in corso d’anno. L’accoglimento della domanda di trasferimento è comunque subordinata all’ammissione all’anno successivo.

Coloro che intendono trasferirsi da altro Ateneo devono presentare domanda di trasferimento compilando il modulo allegato alla presente pagina. Si ricorda che il Consiglio direttivo della Scuola valuta le istanze nel mese di settembre e delibera l’ammissione al II anno di corso prima dell’inizio delle lezioni. La domanda deve dunque essere proposta in tempo utile. Dopo aver presentato la domanda di trasferimento è necessario attendere il nulla osta della Scuola e del Rettore dell’Università di Bologna. Il rilascio del nulla osta è subordinato alla verifica di equivalenza delle attività formative previste dai Regolamenti delle due Scuole di Specializzazione.

Se il numero delle domande di trasferimento supera il numero di posti disponibili, viene approvata una graduatoria di merito secondo il criterio della votazione più alta riportata negli esami sostenuti. In caso di parità, viene accolto il trasferimento dello specializzando più giovane di età.

La procedura termina con l’ottenimento del nulla osta da parte della Scuola di Specializzazione e del Rettore dell’Ateneo di appartenenza.

Lo specializzando deve poi versare all’ Università di Bologna la tassa di congedo per Trasferimenti da altra Università (in entrata) pari a € 150,00, oltre alla prima rata di iscrizione.

Per maggiori informazioni si prega di contattare l'Ufficio Carriere Scuole di Specializzazione di Area non medica e Formazione insegnanti e di consultare la seguente pagina:

https://www.unibo.it/it/didattica/scuole-di-specializzazione/informazioni-per-specializzandi/trasferimenti-da-altra-universita-in-entrata

Trasferimenti ad altro Ateneo (in uscita)

Lo specializzando può trasferirsi ad altro Ateneo presentando domanda di trasferimento, nei termini stabiliti annualmente dal Senato Accademico. Per l'a.a. 2018/2019 la scadenza per la presentazione della domanda di trasferimento ad altra Università deve essere presentata entro e non oltre il 27 dicembre 2018 compilando il modulo allegato alla presente pagina.

Il trasferimento è possibile solo se lo studente ottiene il nulla osta da parte della Scuola di Specializzazione e del Rettore dell’Ateneo di appartenenza, una volta acquisiti i nulla osta della Scuola e del Rettore dell’Ateneo ricevente.

Il foglio di congedo contenente la carriera dello specializzando trasferito è trasmesso all’Ateneo presso cui lo specializzando intende trasferirsi.

Lo specializzando deve versare un’indennità di congedo di 300 € e regolarizzare eventuali posizioni debitorie nei confronti dell'Ateneo e/o ERGO.

Di norma, non è possibile trasferirsi in corso d’anno.

Per maggiori informazioni si prega di contattare l'Ufficio Carriere Scuole di Specializzazione di Area non medica e Formazione insegnanti e di consultare la seguente pagina:

https://www.unibo.it/it/didattica/scuole-di-specializzazione/informazioni-per-specializzandi/trasferimento-ad-altra-universita-in-uscita

Contatti

Scuola di specializzazione per le Professioni Legali "Enrico Redenti"

Via Beniamino Andreatta 4

40126 - Bologna - Italia

tel: (+39)051.2094035

fax: 051.2094045

Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle 19:00